Recensione: Microsoft Surface Studio

Microsoft ha scritto una lettera d’amore ai creativi amanti di Apple, sottoforma di PC più cool che tu abbia mai visto.

Non molto tempo dopo che Satya Nadella ha preso in mano Microsoft, ha dichiarato i suoi pinai per la compagnia. “Vogliamo che la gente passi dall’aver bisogno di Windows allo scegliere Windows, amare Windows”, ha detto.

Microsoft sta combattendo contro la sua reputazione vecchia di decenni come l’azienda che fa cose che odii ma di cui hai bisogno, accanto ad Apple come il creatore di hardware lussuoso che ispira devozione. È difficile da ribaltare con un dispositivo, specialmente quando il dispositivo costa tremila euro.

Ma una cosa divertente ha continuato a succedere nelle settimane che ho passato con Surface Studio, la lettera d’amore ai creativi di Microsoft. La gente arrivava alla mia scrivania, si sedeva e giocava con il desktop PC convertibile per qualche minuto. Disegnavano con la mia penna, tiravano e spostavano lo schermo da 28 pollici, guardavano un video su Youtube. Quando andavano via, tutti dicevano più o meno la stessa cosa: Amo questa cosa. Poi, dopo una grande pausa esistenziale: Non posso credere che amo un computer Windows.

Il Surface Studio è un giro complicato e complesso su un computer desktop. Non è perfetto, e probabilmente non è per te. Non è nemmeno per me. Ma lo amo comunque.

I Pro e Contro

Sospetto che non ci sia da ridire sul fatto che il Surface Studio stia benissimo in una fila di iMacs e MacBooks in un ufficio open-space con un caffè freddo sulla scrivania. L’alluminio satinato, il metallo spazzolato, le curve morbide e il profilo sottile- è tutto così Apple. Ho trovato disarmante la bellezza dello Studio.

Ma tutto ciò che noti davvero è lo schermo. La gente dall’altra parte della città noterà lo schermo. Microsoft lo ha fatto di 28.125 pollici, alto 4,500 pixel e largo 3,500 pixel, assurdamente luminoso ed estremamente brillante. (L’aspect ratio 3:2 lo rende un po’ più quadrato del solito display, più simile ad un foglio di carta che ad una televisione). Il touchscreen è eccellente, una buona superficie per l’input con la penna, ed abbastanza ad alta risoluzione per i piccoli ritocchi. È anche uno dei display più accurati che ci siano finchè non premi un tasto che è fin troppo semplice da premere accidentalmente e cambiare il profilo dei colori. Alcune app Windows restano impreparate per questo mondo ad alta risoluzione, ma qualunque cosa tu faccia sembrerà ottima su questo schermo.

Microsoft ha messo tutti i pezzi del computer dello Studio nella base di questa macchina da 9.5 kg, anzichè dietro al display com un iMac. Questo ha conseguenze estetiche – la base occupa circa 22 centimetri sulla tua scrivania, ma dà allo studio il suo profilo snello. Microsoft ha fatto questo per tenere lo schermo leggero, e più facile da muovere. La ragione principale per cui compreresti un Surface Studio è per muovere lo schermo.

Con lo schermo a 90 gradi, il Surface Studio appare come ogni altro desktop. Ma Prendi il fondo dello schermo e tiralo, o spingilo dalla cornice in alto, e come per magia lo schermo si stende. Scende completamente fino ad un angolo di 20 gradi, e resta fermo in ogni punto in mezzo. (Microsoft ha fatto un po’ di ingegneria seria, gente). Completamente reclinato, il Surface Studio sembra più un tavolo da lavoro che un all-in-one. È ideale per disegnare, lavorare con due mani in un’app di modellazione, o per fare qualunque cosa con una penna o con le dita anzichè con mouse e tastiera. Microsoft ha passato molto tempo a sviluppare questo, e si vede. Il riconoscimento del palmo è fantastico, ed anche se non dà la sensazione della carta ci è più vicino di ogni altro touchscreen che abbia provato.

L’accessorio Surface Dial aggiunge un’altra dimensione. Il Dial non è nato con lo Studio, ma sono stati fatti l’uno per l’altro. In alcune app, puoi appoggiare il dial sullo schermo e girare i suoi lati per cambiare la taglia del pennello, scegliere i colori, o cambiare le impostazioni senza togliere la penna dallo schermo o anche solo alzare lo sguardo. Oppure lo puoi lasciare sulla scrivania ed usarlo per controllare il volume su Spotify, che va bene comunque, immagino. Non abbastanza app supportano il Dial, ed anche quelle che lo fanno sono troppo basilari per ora, ma mi piace che Microsoft stia pensando a tutti i modi in cui può supportare un sacco di input alla volta.

La visione di Microsoft per il futuro del computing si basa sulle transizioni, dispositivi che fanno molte cose diverse in molti modi diversi in base a come vuoi tu. Il Surface Studio è un perfetto esempio. Ricordi quando Steve Jobs ha detto che toccare il tuo schermo, stile ET, era una cattiva ide? “Le superfici touch non devono essere verticali”, ha detto. Aveva ragione per metà. Non uso quasi mai il touchscreen dello Studio quando è  in piedi. Ma quando prendi lo schermo e lo metti sotto di te come un foglio di carta, toccarlo dà esattamente la giusta sensazione. Sembra che la soluzione al problema del braccio da gorilla non fosse di eliminare il touch, ma di muovere lo schermo.

Per una settimana circa, ho lasciato il Surface Studio in una scrivania accanto alla gente nel dipartimento video, fotografia ed arte di WIRED. La gente si sedeva, prendeva la penna attaccata magneticamente al lato dello schermo e iniziava a giocare. Niente istruzioni o avvisi necessari. Hanno trovato alcuni bug, come uno in Illustrator in cui i box vibravano prima di andare in posizione ogni volta che provavi a ridimensionare qualcosa mantenendo l’aspect ratio. Ma circa chiunque abbia provato lo Studio lo ha apprezzato. Lo hanno trovato irresistibile sull’input diretto, la posizione sotto le mani, e la quantità di spazio disponibile su uno schermo da 28 pollici. Non posso disegnare per salvare la mia vita, ma voglio imparare solo per godere meglio degli usi dello Studio.

La somma delle parti

Desidero che Microsoft venda il Surface Studio come un monitor super-versatile (e probabilmente equamente costoso). Lo schermo sembra fantastico ed il design sembra preso in considerazione e corretto. Ma come computer-processore e memoria, circuiti ed USB-posso solo dire che il Surface Studio sia piuttosto ordinario.

Il prezzo base del Surface Studio è di 3000€, non necessariamente pazzo: spenderesti molto di più per un tablet Wacom Cintig e un MacBook Pro, che sono prodotti standard nel mercato dei creativi. Quello che è frustrante è che con questi soldi avrai un processore Core i5, 8GB di RAM ed un terabyte di “drive ibrido” che è in parte a stato solido ed in parte disco rigido. Queste sono componenti per laptop da un miglioio di euro, perfettamente adeguate per la maggior parte delle persone, ma difficilmente quello che ti aspetteresti con tremila. L’unico consiglio universale che dò a chi compra un nuovo computer è di avere memoria a stato solido, che manterrà il tuo computer veloce per degli anni. Anche se scegli lo Studio da 4,200 €, con 32 gb di RAM ed un Core i7, resterai con il drive ibrido.

E quì c’è la parte peggiore, non importa cosa compri, avrai una scheda video di ultima generazione. La NVIDIA GeForce GTX può gestire il tuo Photoshop ed i video da Youtube in 4K, ma non ti darà una fantastica esperienza VR. Non può nemmeno gestire i giochi pesanti ad alte risoluzioni. Potevo giocare a 1080p a settaggi medi sul mio Surface con specifiche al top. Messa da parte la fedeltà mi sono ritrovata a giocare ad una versione stop-motion di Overwatch. Non posso che preoccuparmi di voler aggiornare fra qualche anno- per altri 4,000€. Forse aspetterò e basta.

Spero che Microsoft si attacchi al Surface Studio abbastanza da renderlo un po’ più potente e meno costoso. Più probabilmente, altre aziende ne terranno conto e comprerai un Dell Canvas o qualcosa di simile. (Mi chiedo se Dell sia stata ispirata dallo Studio? Intendo, forza, solo il nome!) Il Surface originale ha originato un sacco di copie, e mi aspetto che lo Studio faccia lo stesso. Pensa al Surface Studio come una brillante concept car: impratica, costosa, meno preoccupata degli accessori e del consumo delle ultime novità. Dagli un anno o due, e ti troverai a guidare qualcosa proprio come questo. Fino ad allora, il profondo desiderio e la rabbia sul portafoglio sono perfettamente accettabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*