Ti serve un antivirus su un tablet Amazon Fire?

Ecco perchè non c’è bisogno di installare alcun software antivirus sul tuo tablet: sei l’anello più debole nella catena. Spieghiamo come evitare attacchi phishing ed altri pericoli.

È una domanda che ci è stata fatta spesso: è necessario installare un software antivirus su un tablet Amazon Fire? (Sono conosciuti anche come Kindle Fire tablets, ma Amazon ha lasciato il nome ‘Kindle’ un paio di anni fa).

La risposta breve è no. Ma questo non significa che tu sia invulnerabile agli attacchi. Ecco cosa devi sapere per essere al sicuro.

Sono i tablet Fire immuni dai virus?

Tecnicamente no. Ma i cybercriminali tendono a scrivere più malware per Windows perchè gira su centinaia di milioni di computer e laptop. In contrasto, il numero di tablet Amazon Fire è molto piccolo, perciò non c’è molto incentivo a prendere di mira questi utenti.

In più, finchè installi app dall’Appstore di Amazon(di seguito) e da nessun’altra parte, è molto improbabile che un’app contenente dei virus entri nel tuo tablet.

Anche se succedesse, non avrebbero libero accesso agli altri file sul tablet o all’hardware come la camera o il microfono. Quando installi un’app, deve richiedere i permessi per ognuna di queste cose, perciò non li concedere se non sei d’accordo o non ti fidi completamente dell’app.

Infine, i tablet Fire si aggiornano automaticamente, perciò avrai sempre l’ultima versione del software, che dovrebbe essere la più sicura.

Perchè devo essere cauto allora?

Un modo in cui i criminali attaccano tutti su internet, a prescindere dal dispositivo utilizzato è l’ingegneria sociale. Detto semplicemente, significa che cercheranno di fare in modo che tu gli fornisca i tuoi dati senza che tu te ne accorga.

Una tecnica molto conosciuta è il ‘phishing’ tramite email, che conterrà un messaggio che ti persuada a dare informazioni – forse i dettagli della tua banca – per avere qualcosa in cambio. Potrebbe essere la truffa di un rimborso, un ribasso delle tasse o anche il classico “Mi hanno lasciato milioni di euro e li voglio dare a te”.

Potrebbe anche sembrare una email da Amazon. Circa un anno fa, sono state inviate email false che dicevano ci fosse un problema con un ordine recente, e tentavano di spingere gli utenti ad inserire i dettagli della banca.

Ci sono un sacco di altre truffe, ma devi esercitarti con cautela quando compri online o controlli le email. Non cliccare sui link a meno che tu non sia sicuro che siano genuini.

A volte un link in una email sembrerà buono, ma ti porterà ad un sito maligno che potrebbe essere un clone del sito della tua banca. Ecco perchè è meglio aprire un browser e digitarlo per conto tuo, poi controllare che il sito abbia il simbolo del lucchetto a dirti che la connessione è sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*